fbpx

Il drone più veloce al mondo ha gareggiato contro Max Verstappen a 350Km/h. Ecco il video

In uno spettacolare connubio tra tecnologia all’avanguardia e motorsport, Dutch Drone Gods e Red Bull hanno svelatoquello che viene definito il drone con telecamera più veloce del mondo.

Questo straordinario velivolo senza pilota, frutto di mesi di intenso lavoro ingegneristico, è riuscito nell’impresa apparentemente impossibile di tenere il passo con l’auto da Formula 1 del campione in carica Max Verstappen, catturando video mozzafiato a 4K mentre lo seguiva per un intero giro sul celebre circuito di Silverstone.

Con una velocità massima superiore ai 350 km/h, il drone FPV (visuale in prima persona) ha dimostrato capacità di accelerazione e frenata paragonabili a quelle di un’auto da Formula 1, consentendogli di rimanere in stretto contatto con il bolide di Verstappen anche nelle curve più impegnative.

Queste straordinarie prestazioni sono state rese possibili grazie a un accurato lavoro di progettazione che ha permesso di trovare l’equilibrio perfetto tra elettronica all’avanguardia, design aerodinamico ottimizzato, peso contenuto e durata di volo adeguata.

L’incredibile gara tra il drone più veloce al mondo e Max Verstappen

La sfida, lanciata all’inizio del 2023 dalla Red Bull al team olandese di Dutch Drone Gods, rappresentava un banco di prova estremo per le capacità del velivolo senza pilota. Lo sviluppo del prototipo, realizzato in collaborazione con il costruttore di droni Quadmovr, ha richiesto otto mesi di incessante lavoro per risolvere le numerose complessità tecniche legate alla creazione di un drone in grado di raggiungere e mantenere simili velocità record.

Il successo di questo progetto pionieristico potrebbe portare a una vera e propria rivoluzione nelle modalità di ripresa delle competizioni ad alta velocità. Come affermato dallo stesso Verstappen, il drone è stato in grado di avvicinarsi all’auto in modo tale da sembrare "invisibile" al pilota, aprendo nuovi orizzonti per la realizzazione di contenuti audiovisivi sempre più spettacolari e coinvolgenti.

Sebbene la Red Bull abbia precisato che non ha intenzione di utilizzare questa tecnologia nelle gare di Formula 1 nel prossimo futuro, l’esplorazione di casi d’uso ad alta velocità come le riprese aeree di aerei, imbarcazioni o moto sembra essere già nell’agenda dei due team olandesi. E chissà, forse un giorno le spettacolari immagini catturate da droni superveloci diventeranno la norma anche per le principali competizioni automobilistiche.