fbpx

INDIA. Testato un drone autonomo nella corsa all’Himalaya | AGC COMMUNICATION NEWS

Il Drdo (Defence Research and Development Organisation) ha testato con successo questo mese un Uav autonomo ad alta velocità prodotto in India, nel poligono aeronautico di Chitradurga, Karnataka.

Una dichiarazione del Ministero della Difesa indiano sul volo rileva che l’Uav è stato progettato e sviluppato dall’istituto di sviluppo aeronautico della Drdo ed è stato sottoposto a sei prove di volo in varie configurazioni di sviluppo utilizzando due prototipi autoprodotti , riporta AT. La dichiarazione del 15 dicembre rileva che l’atterraggio autonomo dell’Uav ha mostrato una capacità unica, consentendo il decollo e l’atterraggio da qualsiasi pista con coordinate rilevate.

Sottolinea che l’impresa è stata ottenuta fondendo i dati dei sensori a bordo utilizzando ricevitori Gagan (Geo-augmented Navigation) assistiti da Gps che utilizzano dati “aumentati” basati sul rilevamento dei satelliti per migliorare la navigazione Gps.

La Difesa indiana ha affermato che queste sperimentazioni hanno portato allo sviluppo di un robusto sistema aerodinamico e di controllo, simulazione integrata in tempo reale e hardware in loop e una stazione di controllo a terra all’avanguardia.

Si afferma che il gruppo di ricerca dietro il progetto ha ottimizzato i sistemi avionici, l’integrazione e le operazioni di volo verso il successo del settimo volo nella configurazione finale.

Il prototipo dell’aereo è una complessa piattaforma alare a punta di freccia realizzata in materiale composito pre-impregnato di carbonio leggero sviluppato dal Drdo.

Ha inoltre affermato che il successo dello sviluppo locale di tali tecnologie critiche rafforzerà ulteriormente le forze armate indiane e che l’India è entrata a far parte del “club dei paesi che hanno padroneggiato i controlli per il volo della tecnologia autonoma”. L’India intende usare simili Ucav anche per il controllo della controversa frontiera himalaiana con la Cina

Sebbene il Ministero indiano non abbia identificato esplicitamente il drone coinvolto nei test, molto probabilmente si tratta di una variante del drone stealth Ghatak.

Ghatak, letteralmente mortale in hindi, è un veicolo aereo da combattimento stealth senza pilota autonomo, alimentato da un jet, sviluppato dall’Aeronautical Development Constitutional del Drdo per l’Aeronautica indiana. Il Ghatak ha un vano armi interno per il trasporto di missili, bombe e munizioni a guida di precisione. Il suo design è basato sul concetto di ala volante, alimentato da un motore turbofan.

Lucia Giannini